Perché un dipendente si licenzia?

Ecco alcune buone ragioni per cui il personale si licenzia lasciando il manager scoperto in alcuni reparti: una breve guida.

Possono esservi diverse buone ragioni per cui un dipendente si licenzia dalla vostra azienda. La maggior parte però possono essere prevenute: ecco una breve guida sui motivi che lo può spingere a prendere una decisione del genere.

=> Leggi quali dipendenti sono a rischio licenziamento

Se la gestione aziendale esige che una persona svolga il lavoro di due o tre persone, con conseguenti giornate lavorative più lunghe e lavoro nel weekend, un dipendente potrebbe stancarsi, stressarsi, esaurirsi ed andarsene. La stessa cosa vale se un dipendente è costretto a fornire un aiuto amministrativo, come ad esempio a copiare, pinzare, preparare fascicoli, archivi e altre cose del genere.

Se il manager non offre mai promozioni o non ringrazia mai il team per il lavoro svolto, quando un dipendente di successo potrebbe guadagnare facilmente di più altrove, allora qualcuno potrebbe licenziarsi. Anche se il team non può prendere mai decisioni si accuserà un lontanamento.

Il dirigente riorganizza costantemente la gestione? Cambia spesso i dipendenti? Cambia direzione continuamente? Ha obiettivi e ambizioni poco chiari? Mostra favoritismi per qualcuno? Attenzione, perché in questo caso potrebbero anche esservi licenziamenti in massa.

=> Leggi tutto sui licenziamenti

Floriana Giambarresi

19 Novembre 2013

Commenti

Inserisci il tuo commento

Offerte di lavoro retribuite a partire da € 50.000 annui ed head hunter iscritti ad Experteer.it