I top manager italiani? Ancora indietro nel social

I top manager italiani sono ancora indietro con le nuove forme di comunicazione online rispetto a quelli USA: solo il 5% è su Twitter.

All'estero, sempre più dirigenti stanno sfruttando le nuove forme di comunicazione 2.0, mentre la medesima cosa ancora fatica ad avvenire in Italia. Anzi, qui nel bel Paese si è ancora parecchio indietro: solo il 5% dei top manager italiani usa Twitter, quel canale sociale che oltremanica ha assunto ormai un certo potere anche nel mondo economico-finanziario.

=> Leggi l'utilità di Twitter in Borsa

È quanto emerge con una recente indagine condotta dalla società di consulenza milanese Lundquist su un campione di 513 manager italiani che lavorano presso una delle cento aziende più importanti del Paese. Una percentuale di soli 5 punti è ancora troppo bassa e c'è peraltro da sottolineare che, nonostante una parte sia iscritta proprio a Twitter, non sfrutta lo strumento così come dovrebbe per pubblicizzare e aiutare le proprie attività.

All'estero, chi gestisce attività e possiede diverse responsabilità in azienda risponde solitamente presente all'appello dei social network, a Twitter in primis, mentre ancora la dirigenza italiana deve capire quando e come sfruttare al meglio le potenzialità dei canali sociali. Possono infatti essere estremamente utili alle proprie attività aziendali.

Anche le aziende sono pienamente consapevoli di quanto sia importante investire del tempo nei social network, cosa che anche i professionisti italiani dovrebbero iniziare a valutare seriamente.

=> Leggi Twitter per i professionisti

Floriana Giambarresi

5 Febbraio 2013

Commenti

Inserisci il tuo commento

Offerte di lavoro retribuite a partire da € 50.000 annui ed head hunter iscritti ad Experteer.it