Email marketing, l’Italia è ancora indietro

I dati dello studio “Email Marketing su ciclo di vita dell’utente. Sogno o realtà per le aziende italiane?”.

Sono ancora poche le aziende in Italia che utilizzano programmi di email marketing avanzati, anche se praticamente la metà di quelle che lo hanno fatto conferma di aver registrato un parallelo aumento dei profitti. Sono queste le considerazioni a posteriori dello studio “Email Marketing su ciclo di vita dell’utente. Sogno o realtà per le aziende italiane?”, l’indagine eCircle, svolta in collaborazione con Human Highway, che ha coinvolto oltre 240 Responsabili Marketing, Marketing Manager e Online Marketing Manager italiani.

Il primo dato che salta agli occhi scorrendo il rapporto, è come le aziende italiane siano ancora poco focalizzate sull’email marketing, con circa il 60% dei marketer coinvolti nell’indagine che dichiara come in azienda vi sia solo una persona dedicata all’attività di email marketing (e nel 41,2% dei casi sia a part-time). Un dato che ci mette in secondo piano a livello europeo, dove invece sono più attenti per quanto riguarda la personalizzazione di messaggi e contenuti inviati agli utenti.

E se sono già un discreto numero i marketer che raccolgono informazioni sul comportamento relativo alla newsletter (59%), informazioni geo-targetizzate (40%) o legate alla navigazione web (30%), solo meno della metà le utilizza effettivamente per inviare comunicazioni personalizzate ai singoli utenti o a gruppi con caratteristiche analoghe. Un problema che sembra derivare dal fatto che in molti casi le aziende non hanno ancora implementato alcuna integrazione tra la piattaforma utilizzata per l’attività di email marketing e gli altri sistemi tra cui CRM, tool di web analytics, piattaforme di gestione del sito e-commerce, piattaforme di social CRM etc.

Alla domanda “Avete già implementato un programma di messaggi automatici su ciclo di vita del cliente?”, infatti, solo il 18% degli intervistati dichiara di aver già scelto questa strategia mentre la maggior parte (71%) si affida ad una strategia di email marketing ancora molto “basic”. Eppure tra i marketer che hanno implementato questi programmi, il 46% si dichiara soddisfatto e ne conferma l’efficacia, con un 38,5% che dichiara di aver ottenuto un aumento delle performance pari al 50%.

Questo il commento di Maurizio Alberti, Managing Director di eCircle Italia: “Nonostante le aziende italiane siano ancora piuttosto indietro in ambito email marketing, sono ottimista per il futuro perché i dati della ricerca dimostrano che i benefici apportati da queste azioni in termini di incremento del ROI, fidelizzazione e customer satisfaction vengono effettivamente riconosciuti dai marketer”.

Chiara Basciano

9 Novembre 2012

Commenti

Inserisci il tuo commento

Offerte di lavoro retribuite a partire da € 50.000 annui ed head hunter iscritti ad Experteer.it