Brunello Cucinelli e la vittoria dell'imprenditoria umanistica

Brunello Cucinelli, Presidente e Ad Brunello Cucinelli SpA, ha vinto il premio Ernst & Young per il migliore imprenditore dell'anno 2009 grazie alla sua "impresa umanista"

Brunello Cucinelli è un imprenditore illuminato. È Presidente e Ad dell'azienda omonima, situata nel borgo medievale di Solomeo, in Umbria e famosa in tutto il mondo per la produzione di capi di cashmere.

Cucinelli è stato recentemente insignito del premio Ernst&Young come miglior imprenditore dell'anno 2009, per la sua creatività ed intraprendenza nella guida aziendale. La motivazione che gli ha permesso di vincere è la continua ricerca del benessere psicofisico e della qualità della vita negli ambienti di lavoro, l'importante azione svolta per il recupero ed il restauro di costruzioni storiche, e la forte attenzione dimostrata per l'educazione e la cultura.

L'obiettivo che Cucinelli persegue è infatti il raggiungimento del bene comune per i suoi dipendenti e per l'ambiente in cui lavorano, più che il profitto ad ogni costo. Per l'imprenditore "umanista" il denaro riveste un valore vero solo se è investito per migliorare la condizione materiale e spirituale delle persone.

In una recente intervista apparsa su L'imprenditore Cucinelli ha dichiarato: «È necessario tornare a mettere al centro dell'impresa l'uomo. Il rispetto dell'uomo e del suo lavoro prima di tutto rendono un'impresa speciale».

Queste parole ricordano quelle di un altro grande imprenditore italiano come Adriano Olivetti, che nella sua carriera pose grande attenzione per la crescita umana e professionale dei suoi dipendenti, e dell'ambiente in cui operavano.

Cucinelli destina infatti il 20% del fatturato annuale per la ristrutturazione del borgo di Solomeo in Umbria, un gesto che conferma la dimensione umanistica del suo stile imprenditoriale, ed un modo di "fare impresa" capace di armonizzare profitto e sostenibilità.

La vision dell'imprenditore Umbro è costellata di valori non strettamente materiali, che hanno permesso ai suoi dipendenti di sviluppare un'etica del lavoro utile alla propria crescita individuale e all'intero ecosistema aziendale, senza forzature e meccanismi di controllo pressanti.

Un approccio molto attuale che valorizza la Corporate Social Responsability come leva competitiva per il miglioramento delle performance aziendali, del benessere dei propri dipendenti e dei luoghi di lavoro.

Oggi è nell'impresa e nell'imprenditore che si può trovare una risposta concreta per la vita civile, piuttosto che in ambiti alla deriva come quello della politica.

Fabrizio Scatena(E-mail personale: info@scatenamarketing.com)

8 Aprile 2010

Vedi anche:

Commenti

  1. confermo pienamente questa iniziativa anche perchè io nel mio piccolo mi sono sempre comportato così, i primi clienti sono i dipendenti
    giacomo Venerdì 9 Aprile 2010, ore 09:15
  2. E' bello sapere che nel mondo c'è ancora qualche persona che ha rispetto per i propri dipendenti e per il lavoro che svolgono...non considerandoli solo dei numeri!! Custodite questa preziosa parte di voi...e i vostri dipendenti ve ne saranno grati...!! Una Dipendente
    Patrizia Martedì 20 Aprile 2010, ore 23:13
  3. Ho investito molto sull'etica nel lavoro, nei rapporti lavorativi, nella promozione dell'etica nel mondo del business e.. non mi sembra mai abbastanza ciò che faccio! Così quando leggo testimonianze in tal senso e di tal portata.. è come se si aprisse una finestra su un bellissimo paesaggio pieno di luce e di cose belle da scorpire.. grazie, grazie a Brunello Cucinelli e a voi che ce lo segnalate!
    mariagrazia Mercoledì 21 Aprile 2010, ore 10:08
  4. il 2% sul reddito investito sulla valorizzazione del territorio....... questo è un vero italiano, anche se un pò troppo legato alla chiesa..........
    Fanto Domenica 8 Agosto 2010, ore 00:38
  5. Vivo in uno speldido angolo di paradiso dove tutto è rovinato dall'avidità delle persone che corrono all'inseguimento del denaro e cercano di acquistare tutto ciò che li fa sentire potenti nella confusione più totale e dove mi sorge spontaneo pensare che non faccio parte di questo mondo ma non posso andarmene perchè ho scelto questa terra meravigliosa. Vorrei che anche qui esistessero valori e aziende come quella di Brunello Cucinelli per permettere a tanta gente come me di ritrovare la proria identità e serenità senza sentirsi un numero da cancellare e sostituire con quello successivo Grazie per questo soffio di speranza...
    Marina Venerdì 13 Agosto 2010, ore 16:37
  6. Credo che l'attività svolta da Brunello Cucinelli, il suo 'stile d'impresa' e la sua attenzione al lato umano possano ben indicare la ricchezza contenuta nella sua persona. Grazie perché ti poni come stimolo e modello.
    Lara Iannotti Giovedì 7 Luglio 2011, ore 16:10
  7. La sua attività mi interessa molto anche dal punto di vista lavorativo. Se avesse bisogno di una segretaria fluente inglese sarei lieta di lavorare da Lei. Un bel modo di vivere e lavorare, ho appena visto un servizio su Dribbling. BRAVO!
    Dorotea Sabato 17 Settembre 2011, ore 14:01

Inserisci il tuo commento

Offerte di lavoro retribuite a partire da € 50.000 annui ed head hunter iscritti ad Experteer.it