Manger e coach

Le doti che un manager-coach deve possedere per favorire la crescita del team.

Compito del manager non è solo gestire al meglio i processi aziendali ma anche guidare e supportare un team di risorse, sviluppando uno stile di leadership che richiama numerosi principi base del coaching.

=> Team di successo anche a distanza

Per i dipendenti significa poter contare su un modello da seguire, su un capo dal quale imparare che riesca a supportare ogni membro del gruppo nella sua crescita personale e professionale. Ma quali sono le capacità principali che un manager-coach deve possedere?

Fare le domande giuste

Porre i quesiti giusti, al momento opportuno, aiuta il coach a individuare aspettative, esigenze e necessità dei dipendenti. È anche il modo migliore per avviare una comunicazione proficua e duratura.

Essere chiari e diretti

Educazione e rispetto non devono mai mancare nella comunicazione tra il coach e i suoi collaboratori, tuttavia essere diretti e chiari diventa indispensabile soprattutto quando si trasmette un feedback relativo al rendimento e al profitto.

Ascoltare

La comunicazione, nelle attività di coaching, non può essere a senso unico ma è fondamentale offrire ai dipendenti la possibilità di condividere i loro punti di vista.

Fonte immagine: Shutterstock

Teresa Barone

31 Gennaio 2018

Tags: coaching

Vedi anche:

Commenti

Inserisci il tuo commento