Tre consigli per le start up

Poche riunioni, imparare a fallire e concentrarsi sui prodotti per dare avvio ad un business di successo.

Mettere su una nuova impresa sembra essere il trend del momento e i consigli per farlo nel migliore dei modi fioccano da tutte le parti, ma sono tre le cose che rimangono essenziali in ogni contesto di business.

=> Vai a 12 regole per le start up

Al centro di tutto ci sono i prodotti, essi devono essere il nostro pensiero fisso non solo all’inizio, ma per tutto il processo del business. Questo può voler significare rallentare i tempi del lancio, ma aiuta a mettere in piedi una società solida, convinta di quello che sta proponendo sul mercato. Una volta che si è convinti allora si può pensare a come far risaltare il proprio prodotto, collaborando con tutti i settori, dal marketing alle vendite.

=> Leggi come creare un nuovo team

Il secondo punto è capire che il fallimento può rappresentare un’opportunità. In fase di progettazione si incontreranno molti ostacoli, ci saranno strade sbagliate ed errori. Capire come affrontare la situazione può aprire nuove porte e creare nuove e diverse opportunità. In questa fase è fondamentale avere a disposizione feedback dei futuri clienti, ma anche di chi ci circonda nella vita di tutti i giorni. Se non si sbaglia allora non si è abbastanza ambiziosi o abbastanza umili.

=> Scopri le strategie per trovare clienti

Infine è importante non sprecare tempo e il modo peggiore per farlo è organizzare riunioni inutili. La comunicazione è una cosa buona, ma bisogna imparare a comunicare quotidianamente, come parte di una routine e non spezzare il ritmo lavorativo per riunioni inconcludenti. Solo se necessarie, tecniche e veloci risultano utili, altrimenti bisogna imparare da un lato a delegare e dall’altro a sveltire le riunioni necessarie.

Fonte immagine Shutterstock

Chiara Basciano

13 Ottobre 2017

Commenti

Inserisci il tuo commento