Green economy per ripartire

Gli italiani appaiono pessimisti eppure la green economy potrebbe davvero salvare il Paese.

Un pessimismo generale non aiuta gli italiani a sentirsi fieri del proprio paese. Finché si tratta di un atteggiamento personale che si ripercuote sulla vita del singolo individuo ognuno può trovare il modo per uscirne fuori ma quando ciò implica una perdita di opportunità il problema diventa più grave.

=> Vai a green economy e occupazione

Nel dettaglio la green economy potrebbe essere davvero il volano della ripresa. Eppure sono molti gli italiani che rimarranno sorpresi nello scoprire che nove regioni italiane hanno raggiunto gli obiettivi prefissati dalla comunità europea per il 2020 con ben cinque anni di anticipo.

=> Scopri le start up green

Stando al report Dual Citizien, redatto dal centro di ricerche di Washington DC, infatti l’italiano medio ha una percezione negativa delle proprie potenzialità. Eppure investire nell’economia verde potrebbe essere davvero il modo migliore di rilanciare l’economia italiana. Una sorta di sfiducia rallenta le cose che stanno comunque andando avanti, ma nn al ritmo che potrebbe avere se si credesse di più nelle potenzialità italiane.

=> Leggi mercato green e donna

Secondo i dati forniti dall’Anci-Conai  in Italia si ricicla il 42% dei rifiuti urbani, la terza nazione in Europa, dopo la Germania e il Regno Unito, ed è al primo posto per lo smaltimento sostenibile dei rifiuti speciali e industriali, con ben il 76% degli scarti prodotti. Purtroppo il divario tra Nord e Sud è molto vasto per quanto riguarda le buone pratiche ma se fossero sbandierati i dati positivi e la crescita economica derivante dalla green economy forse anche le regioni più pessimiste potrebbero rimboccarsi le maniche e prendere questa strada.

Fonte immagine Pixabay

Chiara Basciano

30 Dicembre 2016

Vedi anche:

Commenti

Inserisci il tuo commento

Offerte di lavoro retribuite a partire da € 50.000 annui ed head hunter iscritti ad Experteer.it