Dipendenti frustrati? Stampanti sotto accusa

Un’indagine Epson mette in evidenza i danni causati dall’inefficienza delle stampanti in ufficio: meno produttività e dipendenti demotivati.

Ammontano a 24 miliardi di euro le risorse buttate al vento dalle aziende europee a causa dell'inefficienza della tecnologia. Uffici in panne e dipendenti frustrati principalmente per "colpa" delle stampanti e della gestione scorretta delle stesse.

=> Scopri la App per monitorare lo stress visivo

Lo afferma una nuova indagine condotta a livello europeo dall'Istituto di ricerca indipendente Coleman Parkes Research per conto di Epson, che ha monitorato quanto avviene nelle aziende con più di 50 dipendenti attive nel settore della finanza e del retail.

Interpellando 1250 decision maker del ramo IT, la ricerca ha sottolineato come le conseguenze delle scelte sbagliate in ambito tecnologico possano avere conseguenze molto spiacevoli per la produttività e l'efficienza della forza lavoro.

=> Scopri perché lo smartphone è dannoso per sonno e carriera

Tenendo conto dei frequenti e fastidiosi "inceppamenti" legati alle stampanti, nonché al tempo perso in attesa degli interventi di manutenzione, ciascun dipendente perde circa 14,7 minuti al giorno, che tradotto in altri termini significa 7 miliardi di euro annui sprecati dalle aziende.

Teresa Barone

1 Settembre 2014

Commenti

Inserisci il tuo commento

Offerte di lavoro retribuite a partire da € 50.000 annui ed head hunter iscritti ad Experteer.it